Scienze Archeologiche [classe L-1] cod. 14509



Curricula
Preistorico
Orientale
Classico

Medievale
Archeologia della città e del territorio

Orari lezione: II anno
Programmazione: I anno

Il Corso di Laurea in Scienze archeologiche rappresenta uno dei settori di maggior ricchezza nell’offerta didattica e formativa della Facoltà, raccogliendo gran parte dell’antica e gloriosa tradizione dell’Università di Roma “La Sapienza” nel campo degli studi archeologici e antichistici.

La varietà delle discipline insegnate consente un’articolazione del corso di studio in cinque percorsi didattici. La scelta del percorso didattico avviene agli inizi del II anno, con la presentazione del piano di studio; è comunque ammessa la possibilità di proporre un piano di studi individuale, che deve essere approvato dal Consiglio di Corso di Studio.Il percorso preistorico comprende insegnamenti che toccano le principali aree del mondo in cui si sono verificati i più importanti processi nella storia dell’uomo, come la nascita dell’agricoltura e della vita sedentaria, l’origine della città e dello Stato. Il vasto ambito geografico coperto include, oltre all’Italia e all’Europa, il Vicino e Medio Oriente e l’Africa, mentre l’insegnamento dell’ecologia preistorica approfondisce i rapporti tra le comunità umane e il loro ambiente naturale. Il percorso orientale offre agli studenti la possibilità di affrontare in modo ampio e completo, sotto le varie angolazioni della storia, dell’archeologia, della storia dell’arte, lo studio di civiltà, quali quelle di Sumeri, Assiri, Babilonesi, Ittiti, Fenici, Egiziani, Persiani, che hanno dato origine alle prime società statuali mature e ai primi imperi della storia, influenzando fortemente anche le vicende del mondo mediterraneo. Il percorso classico permette allo studente un tipo di approfondimento unico in Italia degli studi storici e archeologici sul mondo etrusco, greco e romano, dalle fasi più arcaiche a quelle più recenti, sia nei territori di origine che in quelli periferici delle province. L’indirizzo offre un’ampia varietà di discipline che coprono anche lo studio di specifiche classi di materiali, come la numismatica o l’epigrafia, e aspetti metodologici, come la topografia e il rilievo archeologico. L’insegnamento di Metodologia della ricerca archeologica costituisce un punto di raccordo con gli altri indirizzi.
Il percorso medievale completa il panorama dell’offerta didattica con discipline come l’archeologia cristiana o l’archeologia e la topografia medievale, che offrono, nella storia del Medioevo, il fondamentale punto di osservazione diretta sulla cultura materiale. Il percorso Archeologia della città e del territorio consente allo studente di approfondire lo studio dell’organizzazione antropica dello spazio nel mondo antico in una prospettiva diacronica, comparativa e pluridisciplinare. Ad una indispensabile formazione di base nel settore delle storie, delle letterature e delle arti antiche, si uniscono gli insegnamenti di carattere metodologico. La conoscenza dell’ambiente e delle tecniche di rilevamento e di prospezione, anche subacquee, della cartografia, dei sistemi informativi territoriali, della metodologia di scavo, della cultura materiale consentiranno allo studente di superare le barriere cronologiche e disciplinari e di operare sul territorio, compresi i siti urbani pluristratificati. Caratterizzano il percorso elementi di flessibilità che consentono almeno due percorsi: uno di carattere più topografico, l’altro rivolto alla metodologia e allo scavo.Tutti i percorso offrono agli studenti un’ampia gamma di discipline naturalistiche e l’apprendimento di metodi e tecniche analitiche dei materiali.Attività di laboratorio sono previste presso i numerosi Musei afferenti al Dipartimento di Scienze Storiche Archeologiche e Antropologiche dell’Antichità (Museo delle Origini, Museo del Vicino Oriente, Museo delle Antichità Etrusche e Italiche, Museo dell’Arte Classica) e lo studente potrà spendere parte dei crediti previsti nel corso di studio in stages ed esercitazioni pratiche sul terreno sotto la guida dei docenti, nei numerosi e prestigiosi cantieri di scavo del Dipartimento, che includono le attività di varie missioni archeologiche in Italia e all’estero, tra cui i cosiddetti ‘Grandi Scavi’ dell’Università “La Sapienza” in Italia, in Turchia, in Siria, in Libia. Le numerose collaborazioni con enti di ricerca italiani e stranieri costituiranno un ulteriore arricchimento delle possibilità e offerte di formazione, anche sul campo, degli studenti.I laureati in Scienze Archeologiche potranno trovare sbocchi professionali presso imprese private che operano nel settore (Società di servizi Archeologici, Case editrici, Gruppi multimediali, ecc.) e istituzioni pubbliche dedicate alla ricerca, tutela, valorizzazione e fruizione dei beni archeologici (Sovrintendenze, Enti Locali, Musei, Biblioteche, Parchi archeologici). Potranno inoltre accedere, nei modi previsti dalla legge, ai livelli superiori della formazione universitaria.
E' scaricabile la Guida per gli studenti. Corso di Laurea in Scienze Archeologiche e Corso di Laurea Magistrale in Archeologia.


Modalità di accesso
Il corso di laurea in Scienze archeologiche prevede una prova d’ingresso per la verifica delle conoscenze.

Presidente del corso di laurea Prof. Alberto Cazzella

Si veda il Sito web del corso di Laurea