Scienze storico-artistiche [classe L-1] cod. 14510



Percorsi consigliati

Orario Lezioni: I anno - II anno
Programmazione reale

Il Corso di studi, con i suoi sei percorsi formativi consigliati, offrono allo studente del Corso di Laurea un eccezionale ventaglio di possibilità formative, in continuità con la più antica e alta tradizione di insegnamento della storia dell’arte in Italia, ma insieme nella prospettiva di una forte innovazione dei contenuti disciplinari e di apertura alle richieste di nuove e rinnovate figure professionali che vengono dalla società contemporanea.
Nel solco di un secolo di esperienza e di eccellenza si propongono a chi intenda scegliere la via  dell’insegnamento e della ricerca i percorsi di Storia dell’arte medievale, Storia dell’arte moderna e Storia dell’arte contemporanea, articolati per aree cronologiche ma fondati - insieme al percorso di Teoria e Storia della Critica d’arte - su una base culturale unitaria, in sequenza con i corrispondenti percorsi della laurea magistrale in Storia dell’arte e del Diploma di Specializzazione. Tali percosri sono indirizzati alla formazione degli storici dell’arte avviati all’insegnamento nella Scuola media superiore e alla  ricerca universitaria. Alla prima annualità comune, di impostazione metodologica e di orientamento tra i vari possibili percorsi, seguono i progressivi approfondimenti storico- critici degli anni successivi, caratterizzati dal confronto tra gli approcci più attuali all’opera d’arte – da una rigorosa filologia all’iconologia, alla semiotica, alla storia sociale dell’arte e alla storia della cultura materiale -, ma anche dall’ampia possibilità di scelta tra le discipline di contesto dell’ambito letterario, filologico, storico, antropologico, filosofico, sociologico, del settore dello spettacolo e della comunicazione come delle scienze applicate.
In particolare il percorso di Teoria e Storia della Critica d’Arte si fonda sulla conoscenza della  letteratura e della storiografia artistica per la formazione dello storico dell’arte indirizzata all’approfondimento  delle discipline storico- artistiche anche in rapporto alla museologia, alle problematiche legate alla storia, alle teorie del restauro e alle  tecniche artistiche .
Inoltre l’offerta formativa si caratterizza  nei due percorsi progettati per avviare una formazione alle nuove professioni intermedie nel campo della conservazione e tutela del patrimonio storico-artistico e in quello della promozione, gestione e cura espositiva anche nell’ambito dell’arte contemporanea.
In particolare il percorso di Storia e valorizzazione del museo e del territorio affronterà i metodi di analisi e catalogazione nel campo dei beni storico-artistici, con l’addestramento all’uso delle procedure informatiche adottate dall’Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione del Ministero dei beni e attività culturali; lo studio delle discipline connesse alla pratica conservativa, quali la teoria e storia del restauro, la chimica e la fisica applicate all’indagine delle tecniche e dei materiali costitutivi, le metodiche diagnostiche. L’indirizzo di Storia e valorizzazione del museo e del territorio, pur assicurando una solida preparazione culturale generale e specifica, intende sviluppare le conoscenze e competenze necessarie per l’attività nelle istituzioni museali, in cui si prevedono tirocini orientati soprattutto a progetti di didattica e comunicazione con le diverse fasce di pubblico.
Non meno attuale il taglio del percorso per Curatore di eventi artistici e culturali , che attraverserà ambiti disciplinari come l’archeologia industriale, la storia della fotografia, la storia dell’architettura contemporanea, il disegno industriale, la storia delle arti decorative, la storia del cinema, offrirà agli studenti, grazie alle strutture e ai programmi del Museo-Laboratorio della Sapienza, straordinarie opportunità di tirocinio, in particolare nel campo della progettazione e assistenza alla curatela espositiva. Di particolare interesse e rilevanza formativa è l’attività culturale che gli studenti svolgeranno nella città di Roma, sul territorio, nei Musei e Laboratori d’arte e di restauro a contatto diretto con le opere d’arte e con le problematiche e i grandi eventi legati alle testimonianze e alla produzione artistica. Infatti sono previste nel corso di Laurea in Scienze storico -artistiche attività culturali, in forma di tirocini presso Musei, sovrintendenze, gallerie d’arte, istituti e imprese di restauro, aziende editoriali anche multimediali, archivi, biblioteche, accademie e istituti di cultura italiani e stranieri .
I laureati in Scienze storico-artistiche potranno trovare sbocchi professionali nella pubblica amministrazione e nelle aziende private indirizzate alla tutela, alla conservazione e valorizzazione del patrimonio storico- artistico e alla diffusione e trasmissione della cultura. Potranno inoltre accedere ai livelli ulteriori della formazione universitaria – Laurea magistrale, Scuola di specializzazione, Master e Dottorati - ai fini dell’insegnamento, dell’attività di tutela e conservazione delle opere d’arte e della ricerca teorica e storico-artistica.

Regolamento del Corso di Laurea


Modalità di accesso
Il corso di laurea in Scienze Storico- Artistiche prevede una prova di ingresso per la verifica delle conoscenze.

Presidente del corso di laurea: Prof.ssa Carla Subrizi