Arti e scienze dello spettacolo [classe L-3] cod. 1451

Percorsi
consigliati

Orario Lezioni: I anno - II anno
Programmazione reale

Il percorso di Teatro e arti performative è caratterizzato da insegnamenti di storia e teoria del teatro, della danza, dell’attore, di drammaturgia, regia, spazi della rappresentazione e nuovi media; il percorso di Cinema ha insegnamenti di tipo storico, teorico e tecnico, come storia del cinema, teorie e tecniche del testo audiovisivo, teorie del linguaggio del cinema; il percorso di Arti e tecniche dello spettacolo digitale è un settore di studi del tutto originale e unico in Italia e all’estero che prepara all’uso scientifico, ma anche artistico, della tecnologia digitale per lo spettacolo (dalla web television, alle diverse applicazioni di internet, al restauro delle teche audiovisive europee, ecc.).
Agli insegnamenti caratterizzanti, cui è da aggiungere l’ambito organizzativo-economico, il Corso affianca le discipline umanistiche delle lingue e letterature (l’italiana e le straniere), la storia, la storia dell’arte, la storia della musica, l’antropologia sociale, la psicologia, per costruire così una solida competenza che consenta agli studenti di collocare le arti e i mestieri dello spettacolo nel territorio delle conquiste artistiche, insopprimibile patrimonio dell’umanità. Gli strumenti moderni della multimedialità e della cultura digitale, sostenuti da una conoscenza solida delle scienze umane e delle arti, aprono ai giovani un campo professionale di forte interesse e di grandi prospettive. Il Corso di Laurea in Arti e scienze dello spettacolo, inoltre, proseguendo l’antica tradizione degli studi di teatro de “La Sapienza”, offre agli studenti una vasta scelta di laboratori – di cinema, di teatro, di digitale (come ad esempio in passato, per il teatro, stage sulle tecniche del corpo, sulla Biomeccanica di Mejerchol’d, sui Movimenti di Gurdjeieff, sui Giochi di teatro di Barker, sulla Commedia dell’Arte, sulla regia e la scrittura drammatica, che hanno avuto maestri come Eduardo De Filippo, Peter Brook, Jerzy Grotowski, Dario Fo, Carmelo Bene e tanti altri) e la possibilità di periodi di tirocinio presso Istituzioni esterne in grado di preparare i nuovi professionisti dello spettacolo. Arti e scienze dello spettacolo è una Laurea proiettata nel mondo del lavoro, che prepara laureati in grado di operare nei campi del teatro, cinema, tv, industria culturale, set digitali per lo spettacolo. Gli ambiti di riferimento degli sbocchi professionali sono, tra gli altri: l’organizzazione, la gestione, la distribuzione di eventi culturali per enti pubblici e privati; la verifica, la riflessione critica, la prospettiva storica con applicazioni nel giornalismo, nell’editoria e nella scuola di tutti i gradi; l’ideazione in proprio di prodotti artistici e la loro esecuzione e distribuzione; la collaborazione nelle équipe artistiche con la fornitura di script, drammaturgie, sceneggiature, apparati e consulenze letterarie per le produzioni documentarie e la fiction; la produzione di progetti e programmi in campo pedagogico (scuole), terapeutico, del disagio sociale e dell’associazionismo; le tecnologie digitali per lo spettacolo; il restauro di audiovisivi con le nuove tecniche digitali. Se si considera che lo show business internazionale è il decimo campo occupazionale a livello mondiale, il corso offre un nuovo e sicuro sbocco professionale per i giovani. Le arti e i mestieri dello spettacolo si basano su tecniche che gli studenti potranno conoscere e sperimentare.

Regolamento del Corso di Laurea


Modalità di accesso
Il corso di laurea in Arti e Scienze dello spettacolo prevede una prova di ingresso per la verifica delle conoscenze.

Presidente del corso di laurea: Prof.ssa Valentina Valentini