Scienze dello sviluppo e della cooperazione internazionale (interfacoltà) [classe LM-81]
cod. 14521


Curricula
 

Orario lezioni: I anno - II anno
Programmazione reale

Il curriculum in Comunicazione, innovazione e sviluppo è caratterizzato dall’acquisizione degli strumenti per la comunicazione dei processi di sviluppo, delle attività delle ONG e degli organismi internazionali. Il curriculum in Istituzioni e politiche di cooperazione è caratterizzato da un’elevata offerta formativa nei campi della cooperazione internazionale, della storia delle relazioni internazionali e peace-keeping, dei diritti umani e della cittadinanza politica. Il curriculum in Sviluppo economico e cooperazione di carattere economico-finanziario è caratterizzato da un’elevata offerta formativa nei campi delle organizzazioni internazionali, della politica economica internazionale e dei mercati finanziari, della finanza allo sviluppo e delle politiche per lo sviluppo sostenibile.
Questo corso di laurea magistrale nasce in risposta all’esigenza di formare nuove figure professionali in grado di comprendere, valutare e gestire le sfide di carattere sociale, economico e culturale, che caratterizzano la nostra epoca. Le competenze e gli strumenti di analisi necessari a chi vuole operare in questi settori devono essere fondati su vaste conoscenze multidisciplinari sviluppate in un’ottica fortemente internazionale. Per rispondere a queste nuove sfide, le Facoltà di Economia, Scienze della Comunicazione, Scienze Politiche, Scienze Umanistiche e Lettere hanno istituito - a partire dall’a.a. 2009/10 – un unico corso di laurea magistrale interfacoltà nella Classe LM 81 (Scienze per la Cooperazione allo Sviluppo).
La Laurea Magistrale in Scienze dello Sviluppo e della Cooperazione internazionale offre conoscenze avanzate delle discipline sociologiche, economiche, politologiche, storiche e giuridiche e fornisce strumenti operativi per l’analisi e l’interpretazione delle forme sociali, economiche, giuridiche ed istituzionali che caratterizzano i paesi in via di sviluppo e per la valutazione e gestione dei processi di cooperazione internazionale.
Il Corso fornisce una conoscenza approfondita delle metodologie usate dagli organismi di cooperazione multi e bilaterale per l’elaborazione di programmi e progetti di cooperazione ed alle missioni di pace. 
I laureati nella Laurea Magistrale in Scienze dello Sviluppo e della Cooperazione internazionale, per la fisionomia multidisciplinare, potranno svolgere funzioni dirigenziali e di elevata responsabilità nella pubblica amministrazione, presso le organizzazioni nazionali ed internazionali, anche non governative, presso società private nel campo della cooperazione allo sviluppo, del volontariato e del terzo settore, nonché presso istituzioni educative e della cooperazione sociale e culturale fra paesi a diverso livello di sviluppo. Essi potranno altresì fornire consulenza specializzata ed attività di progettazione ed operare presso Enti di ricerca e studio nel campo dello sviluppo umano e sociale e del capacity and institution building e/o accedere a percorsi formativi avanzati nel campo delle scienze sociali.


Conoscenze richieste per l' accesso - (DM 270/04, art 6, comma 1 e 2)
Al corso di Laurea Magistrale in Scienze dello Sviluppo e della Cooperazione Internazionale accedono i laureati ai corsi di Laurea appartenenti alla classe L-37. Sono altresì ammessi i laureati di altre classi che abbiano conseguito almeno 90 CFU nei settori scientifico-disciplinari di base e caratterizzanti previsti dall'ordinamento del corso di studio purché, detti crediti, siano distribuiti negli ambiti di base e caratterizzanti nei limiti mas-simi previsti per ciascun ambito dall'ordinamento stesso. Per gli studenti, che non raggiungono i 90 CFU, sarà compito dell'area didattica, alla luce dell'esame dei singoli curricula, stabilire le eventuali necessità formative e precisare le modalità per il loro conseguimento. Si sottolinea che il debito formativo dovrà essere colmato prima dell'immatricolazione al corso di studio.
L'accesso al corso di Laurea Magistrale è subordinato alla verifica della pre-parazione dei laureati richiedenti. Detta verifica avverrà sulla base dei seguenti criteri oggettivi che saranno quantificati dalle aree: Media degli esami di profitto; Voto di laurea; Attività formative acquisite e riconosciute.
Nei casi in cui, detti parametri, non vengano soddisfatti la verifica si conclu-derà con una prova di valutazione su una o più materie.
La Facoltà si riserva, in accordo con le singole aree, di operare le modifiche al-la suddetta normativa, necessarie al miglioramento delle condizioni di accesso.

Regolamento del Corso di Laurea


www.cooperazionesapienza.it

Presidente del corso di laurea magistrale: Prof. Roberto Pasca di Magliano (Scienze politiche)