“La Sapienza” ha iniziato un processo di graduale trasformazione della propria offerta formativa (con l’istituzione di corsi di approfondimento didattico) e degli ordinamenti dei corsi di studio, per adeguarli ai contenuti ed alle regole del Decreto Ministeriale D.M. 270/04.
L'attuazione delle nuove norme ha comportato l’introduzione di un nuovo Regolamento didattico di Ateneo che, affiancandosi a quello già in vigore, si applicherà per ora solo ai corsi istituiti e trasformati in applicazione del D.M. 270/04 e agli studenti che si immatricolano in tali corsi.
Pertanto, anche i Manifesti degli studi quest’anno saranno due: il Manifesto degli studi che regola i corsi ancora attivati in base al D.M. 509/99 e il Manifesto Generale, che riguarda i corsi istituiti e/o trasformati ai sensi del D.M. 270/04.

E' possibile prendere visione dell'offerta formativa 2009-2010 della laurea e della laurea magistrale, dell'elenco docenti e della ricerca avanzata moduli, dei percorsi di eccellenza e della didattica degli a.a. precedenti.


A.A. 2009/2010: Laurea - Laurea magistrale - Moduli
Modulistica per i Piani di Studio - ex D.M. 509 - disponibile anche presso il S.Or.T. Modulistica per le Transizioni dall'ordinamento 509 all'ordinamento 270. Gli studenti interessati sono invitati a prendere visione del Regolamento per le transizioni.

Cosa cambia con l'introduzione del D.M. 270/04

L’introduzione del nuovo decreto ministeriale comporterà alcuni grandi cambiamenti tra cui:

- I corsi di laurea triennale prenderanno il nome di corsi di laurea.

- I corsi di laurea specialistica prenderanno il nome di corsi di laurea magistrale e saranno dotati di un percorso formativo completamente autonomo da quello precedente; si verificherà infatti una netta separazione tra la laurea e la laurea magistrale, essendo quest’ultima costruita su 120 CFU che sono indipendenti dai 180 CFU della laurea (1°livello) che rimane il prerequisito fondamentale per accedere alla Laurea magistrale. A seguito di questo cambiamento gli ordinamenti didattici dei corsi di laurea magistrale prevedono dei requisiti di accesso.

- Il numero massimo degli esami dei singoli corsi è fissato in 20 per i corsi di laurea e 12 per i corsi di laurea magistrale; resta la possibilità di prevedere delle idoneità per la lingua straniera e per le conoscenze informatiche.

- I requisiti di accesso e il rapporto tra obiettivi formativi del corso di studio e le competenze che devono essere acquisite e gli sbocchi professionali.

NOTA: Nella tabella di seguito sono riportati alcuni termini molto frequenti evidenziando le differenze di denominazione dei corsi di studio in base ai due Decreti Ministeriali.

D.M. 509/99
D.M. 270/04
Laurea triennale (primo livello) Laurea (primo livello)
Laurea specialistica (secondo livello) Laurea Magistrale (secondo livello)
Laurea specialistica a ciclo unico (secondo livello) Laurea Magistrale a percorso unitario (secondo livello)
Master universitario di primo e secondo livello Master universitario di primo e secondo livello
Debiti formativi Obblighi formativi aggiuntivi

Offerta formativa: corsi di studio a.a 2009/2010 e relative tipologie di accesso

L'adeguamento al D.M. 270 ha indotto alla creazione di nuove tipologie di accesso ai corsi di laurea e laurea magistrale. Pertanto l'offerta formativa prevede:
a) Corsi di studio a numero programmato, che prevedono un vincolo sul numero di studenti iscrivibili: tale numero è indicato nel bando di concorso, emanato per ciascun corso di studio. Per effettuare l’immatricolazione nei Corsi di studio a numero programmato lo studente dovrà partecipare alla prova di ammissione secondo le modalità riportate nel bando del corso di laurea, collocarsi in graduatoria in posizione utile rispetto al numero di posti previsto e completare le procedure di immatricolazione entro i termini previsti dal medesimo bando.

b) Corsi di laurea con prove di ingresso per la verifica delle conoscenze senza vincolo sul numero di accessi, ma con obbligo di partecipazione alla prova: i termini e le modalità di partecipazione alle prove di singoli corsi o di raggruppamenti sono disciplinate dal bando di concorso. Per immatricolarsi in tali corsi, lo studente dovrà partecipare alla prova secondo le modalità previste dal bando e completare le procedure di immatricolazione, entro i termini previsti nel medesimo bando, indipendentemente dalla posizione conseguita in graduatoria. A seguito dell’esito della prova potrebbero essere attribuiti allo studente alcuni obblighi formativi aggiuntivi che dovranno essere assolti con le modalità previste da ciascuna facoltà.

c) Corsi di laurea magistrale con verifica dei requisiti e della personale preparazione: gli studenti che aspirano ad iscriversi a questa tipologia di corsi devono preliminarmente verificare di essere in possesso dei requisiti curriculari di accesso previsti nei Regolamenti di ciascun corso.

NOTA: E' in programmazione l’offerta dei corsi per l’assolvimento degli obblighi formativi aggiuntivi rivolti a coloro che non hanno pienamente superato la Prova di ingresso per la verifica delle conoscenze.