Prof.ssa Cinzia Franchi   Contratto 2010-2011 
Dip. di Studi Europei e Interculturali 
Corso di studi in Mediazione Linguistica e interculturale 
Ricevimento:  
Avvisi:  
Moduli 2010/2011:
Filologia ugro-finnica   ex509   LT  

Elenco unificato dei moduli:
2009/2010 - 2010/2011
Curriculum:

Cinzia Franchi (1964), dal 2001 č docente a contratto di Lingua e Letteratura ungherese presso la Cattedra di Lingua e Letteratura Ungherese dell’Universitŕ di Roma «La Sapienza». Laureata in Lingue (1988) con una tesi in letteratura ungherese, č stata lettrice di Lingua e Letteratura italiana presso l’Universitŕ di Szeged (1990-1991), l’Universitŕ Babeş-Bolyai di Kolozsvár-Cluj (1992-1995) e l’Universitŕ di Roma2 «Tor Vergata» (1998-2001). Ha conseguito il Ph.D. in Literary Studies presso l’Accademia Ungherese delle Scienze di Budapest (1997) con la tesi A XVIII. századi erdélyi görög-katolikus iskolai színjáték és a “magyar modell” (Il teatro scolastico greco-cattolico transilvano del XVIII secolo e il «modello ungherese»), pubblicata con il titolo: Occisio Gregorii in Moldavia Vodae Tragedice Expressa. Az erdélyi román iskoladráma kezdetei és forrásai (Occisio Gregorii in Moldavia Vodae Tragedice Expressa. Gli inizi e le fonti del dramma scolastico rumeno di Transilvania, Pallas-Akadémia kiadó, Marosvásárhely 1997).

Il suo campo di studi č principalmente la letteratura ungherese del XVIII e del XX-XXI sec., in particolare nell’ambito transilvano. In numerosi saggi e articoli ha analizzato anche le confluenze culturali e letterarie ungheresi, rumene e sassoni. Traduce anche dal rumeno e ha pubblicato con testo a fronte un inedito rumeno del XVIII sec., A Scolasticilor de la Blaj facere... (Il lavoro degli “scolastici” di Blaj-Balázsfalva), in: Romŕnia Orientale, rivista del Dipartimento di Studi Romanzi dell’Universitŕ «La Sapienza» di Roma, 12/2005. Č di prossima pubblicazione anche la traduzione in lingua italiana del testo plurilingue (rumeno, ungherese, latino ecc.) del teatro scolastico greco-cattolico rumeno del XVIII sec. Occisio Gregorii in Moldavia Vodae Tragedice Expressa (L’uccisione di Grigore, principe di Moldavia, espressa in forma tragica).

Si occupa dell’autore settecentesco ungherese Kelemen Mikes da oltre dieci anni. Ha pubblicato alcuni saggi sull’autore e parziali traduzioni delle Törökországi Levelek (Lettere dalla Turchia): L’Altro nelle «Lettere Turche» di Kelemen Mikes, in: Rivista di Studi Ungheresi 9/1994; L’immagine dell’Altro nella letteratura ungherese del XVIII secolo: le Lettere dalla Turchia di Mikes Kelemen, in: AnticoModerno, Dipartimento di Studi Romanzi dell’Universitŕ «La Sapienza» (Roma); “Mikes Kelemen”, in: Erdélyi Panteon. Művelődéstörténeti vázlatok, I., Mentor Kiadó, Marosvásárhely 1998. Ha tradotto dall’ungherese: István Bibó, A zsidókérdés Magyarországon 1944 után (La questione ebraica in Ungheria dopo il 1944, in corso di pubblicazione). Ha pubblicato traduzioni di autori ungheresi contemporanei nei seguenti volumi collettivi: Scrittori ungheresi allo specchio (a cura di B. Töttössy), Carocci ed., Roma 2003; Attraverso i tuoi occhi chiusi vedo. Poesie d’amore di autrici ungheresi/Lecsukott szemeden át látom. Magyar költőnők szerelmes versei (a cura di N. Pálmai), Accademia d’Ungheria in Roma, 2004; TransEuropa Express (a cura di M. Bricchi), Rizzoli, Milano 2005. Dal 1992 č membro della Magyar Nemzetközi Filológiai Társaság, dal 1996 fa parte del comitato scientifico della Rivista di Studi Ungheresi (RSU), pubblicata dal Centro Interuniversitario di Studi Ungheresi in Italia, dal 2003 č membro dell’Officina di Traduzione dell’Accademia d’Ungheria in Roma. Č in corso di pubblicazione (entro ottobre 2005) il volume Kelemen Mikes, Lettere dalla Turchia, del quale ha curato la traduzione, le note, l’introduzione e l’apparato critico e bibliografico.