Prof. Antonio Iacobini antonio.iacobini@uniroma1.it  Ordinario 2010-2011 
Dip. di Storia dell'arte e dello spettacolo 
Corso di studi in Storia dell'Arte 
Ricevimento:  lunedì 15.30-16.30; giovedì 17-18, Stanza 15 - Dipartimento di Storia dell’Arte.
Avvisi:  
Moduli 2010/2011:
Storia dell'arte bizantina   I A   LT  
Storia dell'arte bizantina   I A   LM  
Storia dell'arte bizantina   ex509   LT  

Elenco unificato dei moduli:
2009/2010 - 2010/2011
Curriculum:
Antonio Iacobini, laureato (1981) e specializzato (1984) presso l'Università di Roma "La Sapienza", nel 1984-1985 è stato borsista presso la Fondazione R. Longhi di Firenze. Dal 1988 al 1998 è stato Professore aggregato in Storia dell'Arte presso la Facoltà di Lettere dell'Università di Urbino, dove ha insegnato Storia dell'Arte Bizantina e Storia dell'Arte Medievale (1993-1998); dal 1998 al 2000 è stato Professore Associato di Storia dell'Arte Medievale nella stessa Università; dal 2000 al 2006 è stato Professore Ordinario di Storia della Miniatura presso l'Università di Roma "La Sapienza"- Scuola Speciale per Archivisti e Bibliotecari. Dal marzo 2006, è Professore Ordinario di Storia dell'Arte Bizantina nella Facoltà di Scienze Umanistiche dello stesso Ateneo. Dal 1991 al 1995 è stato coordinatore della ricerca bibliografica e archivistica sulla Torre di Pisa per incarico del "Comitato Internazionale per la Salvaguardia della Torre di Pisa". Dal 1989 al 2006 ha svolto ricerche finanziate dal Consiglio Nazionale delle Ricerche e dal Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica. Ha partecipato e diretto missioni di studio di Storia dell’arte bizantina in Turchia, Siria, Giordania, Israele, Grecia, in collaborazione tra le Università di Roma "La Sapienza", Padova e Urbino. Dal 2004 è membro del Comitato internazionale del cantiere di restauro delle pitture murali di Voskopoje in Albania, sito compreso nella lista del World Monument Watch (in collaborazione tra l’Institut National du Patrimoine e Patrimoine Sans Frontières, Paris). Dal 1984 al 2002 è stato redattore della "Enciclopedia dell'Arte Medievale" Treccani; è membro del comitato scientifico e di redazione delle riviste "Arte Medievale", "Nea Rhome", "Rivista di Storia della Miniatura" e "Nuovi Annali della Scuola Speciale per Archivisti e Bibliotecari"; dirige con Fernanda de’ Maffei la collana “Milion. Studi e ricerche d’arte bizantina”. È membro del Comitato Direttivo e Segretario dell’Associazione Italiana di Studi Bizantini; è membro del Comitato Scientifico dell’Associazione Italiana degli Storici dell’Arte Medievale; è socio della Società Internazionale di Storia della Miniatura e dell’Associazione Italiana per lo Studio e la Conservazione del Mosaico. Dal 2005 è membro della Commissione Universitaria dell’Istituto Svizzero di Roma.
Ha partecipato alla progettazione scientifica di numerosi congressi e mostre, tra cui: “Fragmenta picta. Affreschi e mosaici staccati del Medioevo Romano” (mostra: Roma, Museo Nazionale di Castel S. Angelo, 1989); “L’arte profana a Bisanzio” (convegno internazionale: Roma, Consiglio Nazionale delle Ricerche, 1990); “Ratio fecit diversum. San Bernardo e le arti” (convegno internazionale: Roma, Accademia Nazionale dei Lincei, 1991); “Anno 1300, il primo Giubileo: Bonifacio VIII e il suo tempo” (mostra: Roma, Museo Nazionale del Palazzo di Venezia, 2000); “Il Trionfo sul Tempo. Manoscritti illustrati dell’Accademia Nazionale dei Lincei” (mostra: Roma, Calcografia Nazionale-Palazzo Poli, 2002); “Il disegno geometrico della Hagia Sophia a Istanbul” (mostra e colloquio scientifico, Istituto Svizzero in Roma, 2005); “Le porte del Paradiso. Arte e tecnologia bizantina tra Italia e Mediterraneo” (convegno: internazionale: Istituto Svizzero di Roma, 2006); “Voyages et conscience patrimoniale. Aubin-Louis Millin (1759-1818) entre France et Italie” (convegno: Paris, Institut National du Patrimoine–Roma, Sapienza Università di Roma, 2008).
I suoi interessi scientifici si sono rivolti alla storia dell’architettura bizantina e medievale, da Costantinopoli a Venezia, alle porte bronzee nel Medioevo, alla pittura, al mosaico e alla miniatura fra Oriente e Occidente, alla storia della storiografia artistica sul Medioevo.