Prof. Paolo Carafa paolo.carafa@uniroma1.it  Associato 2010-2011 
Dip. di Scienze dell'antichità 
Corso di studi in Scienze Archeologiche 
Ricevimento:  lunedì, mercoledì, venerdì 9-11 e 17-18,30
Avvisi:  L'APPELLO DEL 28 FEBBRAIO E' STATO RIMANDATO DALLE ORE 9,30 ALLE ORE 14,30 DELLO STESSO GIORNO.
Moduli 2010/2011:
Archeologia e storia dell'arte greca e romana   I A   LT  
Archeologia e storia dell'arte greca e romana   I   LM  
Archeologia e storia dell'arte greca e romana   I A   LM  

Elenco unificato dei moduli:
2009/2010 - 2010/2011
Curriculum:

Nato a Chieti, il 26.07.1963, si è laureato presso l’Università degli Studi "La Sapienza" (Anno Accademico 1988/1989) e ha successivamente conseguito il titolo di Dottore di Ricerca (1996) e il Diploma di Specializzazione in Archeologia presso l’Università degli Studi di Pisa (Anno Accademico 1995/1996).

E’ stato nominato professore associato nel 1999 e dallo stesso anno al 2009 ha insegnato Archeologia della Magna Grecia presso l'Università della Calabria. Dal 1999 al 2003 ha ricoperto in qualità di supplente l’insegnamento di Metodologia e Tecnica della Ricerca Archeologica presso la stessa Università. Dal 2003 al 2009 ha ricoperto l’insegnamento di Archeologia Classica con affidamento esterno presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, Facoltà di Scienze Umanistiche.

Dal 1987 la sua attività scientifica si è concentrata sulla topografia di Roma in diverse epoche, sulla documentazione archeologica e sulla tradizione storiografica relativa alla fondazione della città, sull'Etruria di età etrusca e romana, sulla Basilicata di età romana e sull'analisi di complessi monumentali urbani in varie città dell'Italia antica (Roma dal 1986, Volterra 1987-1995, Pompei dal 1994, Veio 1996-1998). Dal 1987 coordina gruppi seminariali, per ricostruire il quadro topografico nei centri e di territori indagati, nelle varie epoche dell'antichità. Dal 1993 coordina un progetto di ricerca archeologica nel Suburbio di Roma e nella bassa valle del Tevere (ager Romanus e ager Veientanus) in collaborazione con la Soprintendenza Archeologica di Roma e la Sovraintendenza Comunale di Roma. Dal 1999 coordina un progetto di ricerca archeologica nella Sibaritide (con particolari approfondimenti nei territori di Castrovillari ed Amendolara) in collaborazione con la Soprintendenza Archeologica della Calabria. Si è inoltre occupato di artigianato artistico di età ellenistica, di epigrafia latina, di architettura arcaica dell'Italia medio tirrenica, della romanizzazione della Campania - con particolare riferimento a Pompei – della romanizzazione e della ricostruzione dei paesaggi rurali della Magna Grecia.

Dal 1998 coordina progetti di ricerca, finanziati dal Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca e dalla Commissione Infrastrutture Cultura (Arcus S.p.A.), finalizzati allo sviluppo di strumenti informatici per la gestione e l’elaborazione della documentazione archeologica, per la catalogazione del patrimonio archeologico mobile  e immobile, con particolare riferimento alle strutture di banche dati interattive e di Sistemi Informativi per la catalogazione del patrimonio archeologico e culturale delle città e dei territori dell’Italia Antica.

Dal 2010 coordina un progetto di ricerca nell’area del Palazzo Imperiale sul Palatino e, dallo stesso anno, coordina con Andrea Carandini la ricerca “Palatino. Scavo alle Pendici Settentrionali”, finanziata con fondi Grandi Scavi di Ateneo, Sapienza Università di Roma.

Ha pubblicato sei monografie e oltre sessanta saggi in riviste scientifiche nazionali ed internazionali, in atti di convegni e congressi nazionali e internazionali, in volumi miscellanei, in cataloghi di mostre, ha tenuto conferenze in diverse Università e Istituti di Ricerca in Italia e all’Estero ed è titolare di un brevetto (Carafa P., Carandini A. (2006). Procedimento e prodotto informatico per generare una mappa archeologica consultabile tramite navigazione. RM2006A000552).

Membro di Commissioni presso il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali (Commissione paritetica per  la  realizzazione  del  sistema  informativo  archeologico  delle  città  italiane  e  dei  loro  territori, 2007-2008, e Commissione paritetica per  la  realizzazione  del  sistema  informativo  territoriale del patrimonio archeologico italiano, 2009-2010), ha ricoperto incarichi di consulente per la definizione e la gestione delle problematiche archeologiche relative alla costruzione delle nuove linee ferroviarie ad Alta Capacità per conto della T.A.V. Treno Alta Velocità s.p.a. (1996-2007) e di Archaeological and Cultural Heritage specialist, per l’Environmental Advisory Services for East-West Oil and Gas Corridor per conto della World Bank (2004-2005).

Pubblicazioni (ultimi cinque anni).

Monografie - saggi monografici.

Sezione III. L’iniziazione dei gemelli e un rito di purificazione – fecondità. Sezione IV. La conquista di alba e l’uccisione di Amulio. Sezione V. La fondazione della città. Appendice III. I Lupercali in A. Carandini (a cura di) La leggenda di Roma. Testi, morfologia e commento (traduzioni di Lorenzo Argentieri), vol. 1, Dalla nascita dei gemelli alla fondazione della città, Milano 2006, pp. 100-243; 340-452; 477-493.

Culti e santuari della Campania antica, Roma 2008.

Dal ratto delle donne al regno di Romolo e Tito Tazio. Morfologia e Commento. Appendice I.1. Il tradimento di Tarpeia e la guerra romano-sabina. Appendice III 4.2. Mura del Palatino, pietre terminali, depositi di fondazione, in A. Carandini (a cura di) La leggenda di Roma. Testi, morfologia e commento (traduzioni di Lorenzo Argentieri), vol. 2, Fondazione Lorenzo Valla, Arnoldo Mondadori Editore, Milano 2010.

Articoli in riviste e miscellanee.

 (con A. Carandini e M. C. Capanna), Il progetto “Archeologia del suburbio di Roma per la ricostruzione dei paesaggi agrari antichi”. Impostazione e metodologia della ricerca, in C. Cupitò, Il territorio tra la via Nomentana, il Tevere e la via “Salaria vetus”, Roma 2007, pp. 13-27.

 ‘Recent work on early Pompeii’, in John J. Dobbins and Pedar W. Foss (eds), The World of Pompeii, Routledge, New York-Abingdon, 2007, pp. 63-72.

 (con E. Cazzanelli et alii), ‘Micro Raman characterizations of Pompei's mortars’, Journal of Raman Spectroscopy, 2008, pp. 1-7.

(con A. Carandini, M.T. D’Alessio) La Leggenda di Roma. Risposta alle osservazioni di A. Fraschetti, in Archeologia Classica 59, 2008, pp. 447-454.

‘Un Sistema Informativo Archeologico per la città di Roma e il suo territorio’ in C. Pesaresi (a cura di) Flussi, reti e sistemi informativi geografici, tra presente e futuro. Atti del convegno, Sapienza Università di Roma, Dipartimento delle Scienze dei Segni, deglio Spazi e delle Culture, Roma, 12 marzo 2008, Semestrale di Studi e Ricerche di Geografia. Roma – XX, 2 (2008), pp. 43-56.

 ‘Uccisioni rituali e sacrifici umani nella topografia di Roma’ in G. Bartoloni e M. Gilda Benedettini (a cura di) Sepolti tra i vivi. Buried among the living. Evidenza ed interpretazione di contesti funerari in abitato, Atti del Convegno Internazionale, 26-29 aprile 2006, Scienze dell’Antichità 14.2, 2007/2008 (2009), pp. 667-704.

 (con M. Cristina Capanna), “Il progetto ‘Archeologia del Suburbio di Roma’ per la ricostruzione dei paesaggi agrari antichi” in V. Jolivet, C. Pavolini, M. A. Tomei, R. Volpe (a cura di), Suburbium II. Il Suburbio di Roma dalla fine dell’età monarchica alla nascita del sistema delle ville (V-II secolo a.C.), Roma 2009, pp. 27-39.

Narrare le rovine. Il “Sistema Informativo Archeologico di Roma antica e del suo territorio” e la ricostruzione dei paesaggi  urbani alle falde del Campidoglio: il santuario di Fortuna e Mater Matuta, in La storia delle città antiche: Kyoto, Nara, Roma e Pompei, Atti del Convegno Internazionale, Kyoto, Doshisha University 2009, Kyoto 2010, pp. 86-105.

‘Ricostruire le origini di Roma incontrando Angelo Brelich’ in Storia delle Religioni e Archeologia. Discipline a confronto, Roma 2010, pp. 104-111.

In corso di stampa

 ‘Analisi della ceramica e ricostruzione dei paesaggi antichi: il caso di Castrovillari (Cosenza)’ in Atti del Convegno “La ceramica della Valle del Crati, giugno 2005, Università della Calabria.

(con S. Luppino), ‘Il paesaggio agrario della Calabria settentrionale tra IV e III secolo a.C.’ in Enotri e Bretti, Atti del Convegno Internazionale, 11-12 maggio 2007, Università della Calabria.

‘La scoperta del passato, nazionalismi e culture, la distruzione dell’Altro’ in “Distruggere l’Altro. Auschwitz, gennaio 1945. Temi, riflessioni, contesto”, Atti delle giornate di incontro e di testimonianza Università della Calabria, 24-25 gennaio 2008.

‘Fenici a Pitecusa’, in Atti del Convegno Internazionale “Fenici e Italici, Cartagine e la Magna Grecia. Popoli a contatto, culture a confronto (secoli VII-II a.C.)”, Università della Calabria, 27-28 maggio 2008.

‘«Minervae et Marti et Herculi aedes doricae fient» (Vitr. De arch. I 2,5).Origin and monumental history of the sanctuary in the Triangular Forum’ in S. Ellis, J. Humphreys (eds.), The Making of Pompeii: studies in the history and urban development of an ancient city.

Sezione VIII B. Il re e le istituzioni centrali. Sezione VIII C Sacerdoti, in A. Carandini (a cura di) La leggenda di Roma volume III. La costituzione, Fondazione Lorenzo Valla, Arnoldo Mondadori Editore.