Prof.ssa Luciana Drago luciana.drago@uniroma1.it  Aggregato 2010-2011 
Dip. di Scienze dell'antichitÓ 
Corso di studi in Scienze Storico Artistiche 
Ricevimento:  Mercoledý, ore 13-14, Sezione Etruscologia
Avvisi:  
Moduli 2010/2011:
Etruscologia e antichitÓ italiche   I   LM  

Elenco unificato dei moduli:
2009/2010 - 2010/2011
Curriculum:

Professore aggregato di Etruscologia e Archeologia Italica (settore disciplinare L-ANT/06, Etruscologia e AntichitÓ Italiche) presso la FacoltÓ di Scienze Umanistiche, afferisce al Dipartimento di Scienze dell'AntichitÓ. E' membro del Collegio dei Docenti della Scuola di Dottorato in Archeologia (Etruscologia).

Fin dagli anni della laurea conduce ricerche nel campo della protostoria etrusca e laziale, curando lo studio e l'edizione di due delle pi¨ importanti necropoli arcaiche di Veio, della necropoli del centro latino di Ficana, di necropoli, abitati e luoghi di culto del territorio di Velletri e dell'Artemisio, dove dirige scavi nel sito di abitati protostorici e arcaici rioccupati nel Medioevo finora ignoti nella letteratura archeologica. Tra i lavori pi¨ recenti sono alcuni contributi sulla cultura veiente nell'etÓ del Ferro e i rapporti con il mondo egeo e la Sardegna, sulla "enclave" villanoviana di Fermo nel cuore del Piceno, sul territorio veliterno, sulla produzione fittile di Veio e metallica del santuario di Pyrgi (comprensivo di analisi tecnologiche e archeometriche), un volume su Cerveteri e le sue necropoli e la cura di un volume sul Lazio tra preistoria ed etÓ moderna. Partecipa alla maggior parte delle pubblicazioni e delle ricerche svolte presso la ex Sezione di Etruscologia e AntichitÓ Italiche del Dipartimento (Pyrgi, Veio e Lazio). Ha curato il primo volume del Catalogo scientifico del Museo delle AntichitÓ Etrusche e Italiche e sta preparando la pubblicazione delle riproduzioni delle principali tombe dipinte di Tarquinia, Chiusi e Orvieto ivi esposte, nell'ambito di una ricerca sulla fortuna della pittura etrusca. Oltre ad alcune mostre didattiche e d'Ateneo con gli altri musei universitari, ha curato nel 1998 la realizzazione della mostra degli scavi e delle ricerche archeologiche dell'Ateneo e il relativo catalogo.