Lingua spagnola I L-LIN/07 A.A. 2010-2011
Francisco  Lobera Serrano Francisco.Lobera@uniroma1.it
integrato no
Ricevimento:
Vedere l'orario di ricevimento ne sito del Dipartimento di Studi Europei, Americani e Interculturali.
avvisi:  
Lengua y Lenguas en el Quijote (A-L)
cfu ex270   6 cfu ex509   4  
   LT   semestre non specificato
descrizione ex270 Il personaggio di D. Quijote, instancabile lettore d'ogni genere di testo oltre che acuto ascoltatore, incorpora nel suo parlare registri linguistici diversi presi dal suo mondo: la letteratura. Le lezioni si articoleranno principalmente sull’analisi di alcuni dei dialoghi fra D. Quijote ed altri personaggi, dialoghi che hanno come oggetto proprio il linguaggio, la sua funzione ed il suo senso.
descrizione ex509 come modulo ex270
bibliografia ex270

Frequentanti

  1. Miguel de Cervantes, Don Quijote de la Mancha, vol. I, ed. di Francisco Rico, Crítica, Barcelona, 1998. Cap. 1-3, 6-14. I capitoli indicati vanno studiati con le note linguistiche a pie di pagina e con le note complementari. Gli studenti possono usare altre edizioni (p. es., ed. di F. Sevilla Arroyo/ A. Rey Hazas, Alianza Editorial, Madrid, 1996; ed. di J. Jay Allen, Ed. Cátedra, Madrid, 1991) ma devono comunque studiare le note dell’edizione di F. Rico.
  2. Leo Spitzer, Prospettivismo nel ‘Don Quijote’, in Cinque saggi di ispanistica, Ed. G. Giappichelli, Torino, 1962, pp. 57- 106.
  3. Martín de Riquer, Aproximación al Quijote, Salvat-Alianza, Madrid, 1970, pp. 157, 159-167.


Non frequentanti

  1. Miguel de Cervantes, Don Quijote de la Mancha, vol. I, ed. di Francisco Rico, Crítica, Barcelona, 1998. Cap. Cap. 1-3, 6-14. I capitoli indicati vanno studiati con le note linguistiche a pie di pagina e con le note complementari. Gli studenti possono usare altre edizioni (p. es., ed. di F. Sevilla Arroyo/ A. Rey Hazas, Alianza Editorial, Madrid, 1996; ed. di J. Jay Allen, Ed. Cátedra, Madrid, 1991) ma devono comunque studiare le note dell’edizione indicata di F. Rico.
  2. Leo Spitzer, Prospettivismo nel ‘Don Quijote’, in Cinque saggi di ispanistica, Ed. G. Giappichelli, Torino, 1962, pp. 57- 106.
  3. Martín de Riquer, Aproximación al Quijote, Salvat-Alianza, Madrid, 1970, pp. 157, 159-167.
  4. E. C. Riley, Don Quijote y Sancho en la primera parte, in  Introducción al Quijote, Ed. Crítica, Barcelona, 1986, pp. 62-79.
  5. Augustin Redondo, Parodia, lenguaje y verdad en el ‘Quijote’: El episodio del yelmo de Mambrino (I, 21 e I, 44-45), in Otra manera de leer El Quijote, Ed. Castalia, Madrid, 1998, pp. 477-484.

 

bibliografia ex509

Frequentanti

  1. Miguel de Cervantes, Don Quijote de la Mancha, vol. I, ed. di Francisco Rico, Crítica, Barcelona, 1998. Cap. 1-3, 6-14. I capitoli indicati vanno studiati con le note linguistiche a pie di pagina e con le note complementari. Gli studenti possono usare altre edizioni (p. es., ed. di F. Sevilla Arroyo/ A. Rey Hazas, Alianza Editorial, Madrid, 1996; ed. di J. Jay Allen, Ed. Cátedra, Madrid, 1991) ma devono comunque studiare le note dell’edizione di F. Rico.
  2. Leo Spitzer, Prospettivismo nel ‘Don Quijote’, in Cinque saggi di ispanistica, Ed. G. Giappichelli, Torino, 1962, pp. 57- 106.


Non frequentanti

  1. Miguel de Cervantes, Don Quijote de la Mancha, vol. I, ed. di Francisco Rico, Crítica, Barcelona, 1998. Cap. Cap. 1-3, 6-14. I capitoli indicati vanno studiati con le note linguistiche a pie di pagina e con le note complementari. Gli studenti possono usare altre edizioni (p. es., ed. di F. Sevilla Arroyo/ A. Rey Hazas, Alianza Editorial, Madrid, 1996; ed. di J. Jay Allen, Ed. Cátedra, Madrid, 1991) ma devono comunque studiare le note dell’edizione indicata di F. Rico.
  2. Leo Spitzer, Prospettivismo nel ‘Don Quijote’, in Cinque saggi di ispanistica, Ed. G. Giappichelli, Torino, 1962, pp. 57- 106.
  3. Martín de Riquer, Aproximación al Quijote, Salvat-Alianza, Madrid, 1970, pp. 157, 159-167.
  4. Augustin Redondo, Parodia, lenguaje y verdad en el ‘Quijote’: El episodio del yelmo de Mambrino (I, 21 e I, 44-45), in Otra manera de leer El Quijote, Ed. Castalia, Madrid, 1998, pp. 477-484.

 

valutazione Per i frequentanti, prova scritta alla fine del modulo. Tutti comunque possono fare l'esame orale.
obiettivi ex270
risultati ex270
note Gli studenti non frequentanti devono comunque concordare il programma con il docente al meno 3 mesi prima della prova.
orario e luoghi lezioni
Dal 28 febbraio
lunedì, 14-16, aula II, facoltà
mercoledì, 12-14, aula II, facoltà
venerdì, 10-12, aula II, facoltà